OVERLINE, APRE CON INTEREFERENZA URBANA DI DANILA GAMBETTOLA

INTERFERENZA URBANA_PESARO

un progetto di Danila Gambettola per Overline

Chiesa della Maddalena, Pesaro, domenica 12 luglio, ore 21.00

Una ricerca iniziata dalla Chiesa della Maddalena di Pesaro, da piazza del Popolo fino al lungo mare. Un progetto che osserva il modo di vivere e occupare lo spazio della città, partendo da foto di archivio degli anni trenta. Le attività ricreative come relazione principale tra il corpo e il paesaggio soffocato dall’operosità turistica. Si indagano le diverse dinamiche tra il gioco e lo stare in spiaggia, le collisioni tra gli spazi ridotti e i corpi costretti. Un progetto di movimento e immagini costruito dentro la chiesa, sede della residenza artistica, con attenzione al dialogo con lo spazio interno e le opere presenti.

Danila Gambettola è danzatrice, designer e performer. Diplomata al liceo coreutico del Teatro Nuovo di Torino. Si specializza in design d’interni presso l’Istituto Europeo di Design di Roma nel 2011.

Dopo diverse esperienze professionali in Italia e all’estero come designer negli ultimi anni si avvicina all’insegnamento della danza contemporanea e crea i suoi primi lavori di ricerca interdisciplinare tra danza, paesaggio urbano e immagini in movimento.

(ph. Danila Gambettola)

CIVITANOVA DANZA 2015

Dal 12 luglio all’8 agosto Civitanova Marche ospita la ventiduesima edizione del festival internazionale Civitanova Danza dedicato al maestro Enrico Cecchetti e promosso da Comune di Civitanova Marche, Teatri di Civitanova, AMAT in collaborazione con Camera di Commercio Macerata, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Regione Marche e Provincia di Macerata

L’edizione 2015 conferma la struttura inaugurata per il ventennale e riproposta nella scorsa edizione: il programma – curato da Gilberto Santini, direttore AMAT – si articola in due sezioni, festival nel festival e la notte delle stelle alle quali si affianca una vera e propria festa in famiglia ad apertura di programma. Due le giornate di festival nel festival, vero nucleo progettuale della manifestazione, che offrono al pubblico una maratona di danza che tocca tutti i teatri della città dal pomeriggio a notte fonda con due prime italiane, tre prime assolute e tre residenze nell’ambito del progetto Civitanova Casa della Danza. Con la notte delle stelle Civitanova Danza offre al suo pubblico una serata all’insegna delle esperienze più popolari.

Accanto agli spettacoli il festival rinnova e amplia l’appuntamento con la formazione di cui è espressione il Campus Civitanova Danza per Domani a cura di Paola Vismara con i docenti della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala e dell’Opéra de Paris.

Un cartellone ricco ed articolato dunque che si snoda tra debutti, stelle della danza mondiale, maratone danzate dal tramonto a notte fonda, momenti di approfondimento e formazione a conferma dello slogan Civitanova danza tutto che accompagna da qualche anno la manifestazione, a testimonianza da un lato all’aspirazione a riunire in sé i rappresentanti del mondo e delle diverse culture, dall’altro alla tensione ad una onnicomprensività dello sguardo per i diversi stili e linguaggi con cui la danza si esprime.

Una vera e propria festa per il taglio del nastro domenica 12 luglio con Civitanova Danza in famiglia! un’occasione gustosissima per grandi e piccini per divertirsi e partecipare all’inizio di questo viaggio nelle diverse espressioni di quest’arte così affascinante. Dalle ore 19 i bambini sono i protagonisti di un microlaboratorio di danza curato da Mara Cassiani e a loro dedicato presso la Biblioteca Zavatti e i Giardini [ex Casa del Balilla] a cui segue un momento di relax con l’appetitosa ”Apericena baby” con tanto di djset per concludersi alle ore 20.45 al Teatro Cecchetti con lo spettacolo Sherlock Holmes di Collettivo Cinetico su commissione del Teatro delle Briciole in cui la danza è un mistero tutto da scoprire grazie a un gioco geniale che diverte e appassiona.

Tutti i teatri della città accolgono il 18 luglio il primo dei due festival nel festival, una vera e propria maratona che prende avvio alle ore 16.30 all’Hotel Miramare con Civitanova Danza Focus. Alle ore 19 il piazzale antistante Lido Cluana ospita Happydancehour! a cura delle scuole di danza della città e dalle ore 20.30 prosegue al Teatro Cecchetti con la prima italiana di Neons di Philippe Saire. L’appuntamento delle 21.30 è al Teatro Rossini con Les mémoires d’un seigneur ou l’homme disparu di Olivier Dubois – coreografo che vanta una carriera unica tra creazione, interpretazione e insegnamento – per il Ballet du Nord da lui diretto. Il progetto è realizzato in collaborazione con Bolzano Danza in prima italiana e prevede anche un laboratorio per venti uomini tra i 18 e 65 anni di Civitanova Marche che saranno in scena nello spettacolo (per informazioni Daniela Rimei 346 0956050 – d.rimei@amat.marche.it). La conclusione di questo primo festival nel festival è al Teatro Annibal Caro con l’attesa prima assoluta di Paura di Enzo Cosimi, coreografo tra i più autorevoli della coreografia contemporanea italiana, che debutta al festival al termine di una residenza nell’ambito del progetto Civitanova Casa della Danza.

Una stella tra le più brillanti dle firmamento della danza è la protagonista il 28 luglio della notte a lei dedicata. Si tratta della grandissima Alessandra Ferri, considerata internazionalmente una delle più importanti ballerine del nostro tempo, a Civitanova Danza con Herman Cornejo in Evolution. Per Alessandra Ferri – Personaggio dell’Anno Premio Danza & Danza 2014 – la ripresa del suo cammino teatrale ha coinciso con la totale presa di coscienza del suo destino di danzatrice. Dell’esserlo intimamente cuore, corpo, anima. Da questa necessità nasce Evolution, progetto che fin dal titolo gioca appunto sul doppio binario: quello dell’ evoluzione di un’arte e quello di una trasformazione di un’artista .

Ad accompagnarla in questo nuovo viaggio creativo Herman Cornejo, principal dancer dell’American Ballet Theatre, che accanto ad Alessandra è sempre più stimolato a seguirne la raffinata ricerca artistica e interpretativa. Insieme a loro sono in scena i danzatori Tobin del Cuore, Craig Hall e Daniel Proietto, artisti di diversa formazione, ma profondamente uniti dalla medesima visione della danza con i quali interpreta una collana di creazioni di significativi e originali autori dell’attuale scena coreografica.

Un nuovo festival nel festival che segue la struttura del primo per la conclusione di Civitanova Danza sabato 8 agosto. Inizio all’Hotel Miramare con Civitanova Danza Focus. A seguire Happydancehour! a cura delle scuole di danza della città nel piazzale antistante Lido Cluana e al Teatro Cecchetti Mara Cassiani una delle coreografe e performer marchigiane più attive, vera protagonista della danza contemporanea in Italia, presente nei più importanti festival nazionali – presenta in prima assoluta al termine di una residenza nell’ambito del progetto Civitanova Casa della Danza Justice, un’occasione per conoscere da vicino la sua opera. La “maratona di danza” prosegue al Teatro Rossini con la prima italiana di Éloge du puissant royaume di Heddy Maalem, un lavoro carico di energia dirompente nel quale il coreografo algerino di madre francese interroga il nostro sguardo sull’altro e sull’identità portando in scena i migliori krumpeurs delle banlieue parigine. A chiudere la serata al Teatro Annibal Caro un altro progetto di residenza del festival con la prima assoluta di Miniballetto n. 2 di Collettivo Cinetico, compagnia ferrarese diretta da Francesca Pennini che si è imposta all’attenzione di critica e pubblico per il suo stile assolutamente personale.

Il Campus Civitanova Danza per Domani si svolge dal 3 all’8 agosto a cura di Paola Vismara con i docenti della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala e dell’Opéra de Paris: Frédéric Olivieri (direttore della Scuola di Ballo Accademia Teatro alla Scala), Florence Clerc (professeur du ballet, Ballet de l’Opéra de Paris), Paola Vismara (docente della Scuola di Ballo Accademia Teatro alla Scala), Elisa Scala (docente della Scuola di Ballo Accademia Teatro alla Scala), Fabrizio Monteverde (coreografo internazionale). Le lezioni del Campus sono tutte accompagnate al pianoforte dai maestri accompagnatori Marco Paderni e Francesco Novelli. Il Campus propone un programma intensivo per coloro che amano la danza e intendono studiarla con i migliori maestri europei con lezioni di danza classica e contemporanea per tre livelli: propedeutico (9-11 anni), intermedio (12-14 anni) e avanzato (da 14 anni).

Dal 10 giugno vendita biglietti e carnet per i due festival nel festival con prelazione sull’acquisto dei biglietti per lo spettacolo di Alessandra Ferri che saranno in vendita dal primo luglio. Per informazioni e biglietteria: Teatro Rossini 0733 812936 e AMAT 071 2072439.

Informazioni su www.civitanovadanza.it.

(foto Cie Philippe Saire / ph R Philippe Weissbrodt)

SI INAUGURA OVERLINE, RESIDENZE ARTISTICHE ALLA CHIESA DELLA MADDALENA

Da luglio 2015 a marzo 2016 la Chiesa della Maddalena a Pesaro, diventa un cantiere aperto al pubblico ed accoglierà artisti in residenza da tutta Italia. Gli artisti, selezionati attraverso un bando, sono:

Danila Gambettola (5-12 luglio), Daniela Marcozzi (15 luglio-2 agosto), Lara Martelli (3-8 agosto), Masako Matsushita (10-21 agosto), Giacomo Cardoni (26 agosto-10 settembre), Tommaso Monza e Claudia Rossi Valli (6-18 ottobre), Mirko Feliziani (20-31 ottobre), Elena Copelli e Alessandro Tampieri (15-22 novembre) e Lara Russo (20-28 marzo 2016).

Durante le residenze la Chiesa della Maddalena sarà aperta al pubblico ogni venerdì e sabato, dalle ore 16.00 alle 19.00, salvo diversamente indicato sulla pagina Facebook e sul sito http://www.ortopolis.it

Overline nasce da un’idea del network Ortopolis_arti in rete, che raggruppa le associazioni Macula_centro internazionale di cultura fotografica, Quatermass-x, Etra e Hangartfest.